L'igiene negli impianti sportivi - Cantello: prodotti e macchine per la pulizia disinfezione e igiene

News


L'igiene negli impianti sportivi



Ci siamo già ampiamente dedicati al problema igienico degli impianti sportivi sottolineando le numerose problematiche igieniche che si possono verificare all'interno di queste. Gli ambienti sono particolarmente delicati a causa del tipo di utenza e dello sporco presente, in quanto all'interno di esse si corre, si suda, si cade, ci si possono provocare escoriazioni e qui si perde sudore, pelle, capelli e materiale organico in generale.
Tutto questo rappresenta un tipo di sporco molto appetibile per germi e batteri che trovano un habitat ideale per il loro sviluppo.
Tutte le aree sono soggette a tali rischi e non da meno lo sono gli spogliatoi, visto che dopo l’attività gli sportivi si ritrovano in un locale unico e dentro queste aree entrano in contatto con ogni superficie e spesso lo fanno senza utilizzare asciugamani o ciabatte.
Per fortuna degli utenti molti gestori degli impianti sportivi hanno capito l’importanza di elevare il grado di igiene per evitare pericolose contaminazioni o proliferazioni di batteri.
Vi vogliamo presentare alcune foto di uno spogliatoio tipo di un campo di calcio e come possiamo vedere dalle attrezzature moderne i gestori sono particolarmente attenti.

  

E' evidente la pulizia del carrello e il suo stato, senza contare l’attenzione verso il mop ed il manico in legno. Contro la parete poi un panno utilizzato per la disinfezione e l’igiene di chissà quale superficie.
Inoltre non possiamo non notare il colore dell’acqua ancora presente le secchio ed infine il pavimento.
È normale che si tenga in quello stato uno strumento utile ad effettuare le pulizie? Oltretutto in'ambiente dove i batteri possono svilupparsi velocemente per la presenza di residui organici e alti livelli di umidità. Non è normale e non è accettabile, perché per utilizzare questo 'splendido' impianto sportivo siamo anche disposti a pagare. E l'utenza di certi 'campi da gioco' e dei relativi spogliatoi, sono nella stragrande maggioranza i bambini.
Ma la colpa non è solo dei gestori ma anche nostra che non sappiamo o non vogliamo aprire gli occhi di fronte al problema. Noi 'addetti ai lavori' e tutti coloro che si occupano di pulizie professionali, abbiamo il dovere di sottolineare l'importanza dell'igiene in certi contesti.
Purtroppo a parte alcuni esempi, quasi tutti gli impianti sono in queste condizioni e le cause, oltre alla mancanza di fondi, sono sempre il poco tempo a disposizione, il poco personale ma soprattutto la poca attenzione e nessuna cultura in merito.
Come nelle scuole è necessario aumentare le conoscenze degli operatori addetti alla pulizia, così come è importante che chi concede le concessioni ai gestori degli impianti sportivi verifichi che si mantengano adeguati livelli di igiene.